Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

B.O.S.S., il simulatore sonoro per le armi soft air

Nel soft air il divertimento è lo scopo primario, simulare una guerra tra amici è un’esperienza che tutti una volta nella vita vorrebbero provare. Un’attività di aggregazione che negli ultimi tempi sta prendendo piede e appassionando moltissime persone. E’ un gioco di squadra che non stanca mai perché i vari obiettivi vengono prefissati ad ogni partita. Esistono due modalità di gioco molto comuni: il deathmatch e la missione. Nel deathmatch tutti sparano contro tutti o contro la squadra avversaria e quando si viene colpiti si esce dal gioco. La missione consiste nel portare a termine un obiettivo con tutti i compagni di squadra, come ad esempio organizzare un’imboscata agli avversari.

Dagli Stati Uniti la novità dell’anno per le armi soft air: il B.O.S.S.

Nel soft air le principali categorie di armi sono tre: LPEG (low power electric gun – pistola elettrica a bassa potenza); MPEG (mid power electric gun – pistola elettrica di media potenza); AEG (automatic electric gun – pistola elettrica automatica).

Dagli Stati Uniti arriva la novità che andrà a rendere le armi soft air ancora più realistiche: si tratta di un sistema per simulare il suono tipico del colpo di un arma da fuoco, una caratteristica ad oggi assente (nel soft air le armi, essendo ad aria compressa, producono un suono flebile e ovattato) e in qualche modo, soprattutto per i puristi, penalizzante.

Il prezzo stimato al dettaglio per B.O.S.S. è di 600 dollari. Non è ancora definitivo ma sicuramente potrebbe diventare il prezzo di partenza, per il modello base. Il sistema è compatibile con tutti gli AEG ed è pronto per una produzione massiva, che tuttavia non è ancora iniziata. Non esiste ancora una data di rilascio sul mercato, ma si sa per certo che uscirà negli USA prima che in Europa nei prossimi mesi. Attualmente l’unica versione programmata per il rilascio è la M203, la versione PEQ Box al momento non è ancora in fase di sviluppo, ed il suo potenziale rilascio dipende interamente dal successo o insuccesso della versione M203.

In ogni caso, sarà tra le più interessanti novità per quanto riguarda le proposte di armi soft air online. Il B.O.S.S. è alimentato dalla batteria interna dell’arma ma non è ancora nota l’incidenza sulla durata della stessa, è riempito di propano e dovrebbe sostenere migliaia di tiri multipli (probabilmente 5000-8000) per ogni ricarica. Sarà completamente programmabile via app per smartphone o attraverso combinazione di pulsanti per settare la frequenza di tiro che si desidera simulare. È inoltre dotato di un sensore termico di protezione che lo spegne in caso di temperatura alta e di un sistema ad infrarossi, da abilitare ogni volta che viene messo in funzione, per scoraggiarne il furto.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*