3 professioni del web marketing per cominciare la tua carriera

Il marketing online è un’area che attira molte delle nuove leve del mercato del lavoro. La maggior parte dei giovani italiani che si si stanno laureando presso l’università o una scuola di comunicazione è ben consapevole che le professioni nel settore del web marketing offrono opportunità interessanti quanto richieste dai datori di lavoro …

professioni del web marketing

Il  webmarketing è un termine che comprende realtà molto diverse al suo interno che possono essere più o meno adatte ai profili dei giovani laureandi.

Oggi più che mai il marketing online è la pietra angolare delle strategie commerciali e di sviluppo di tutte le aziende ambiziose che vedono il web come promettenti fonti di crescita significativa. Tuttavia, devi scegliere la tua specialità, perché nessuno sa (bene) come fare tutto.

Attraverso questo articolo, scritto da Giulio Stella consulente google ads vogliamo definire le professioni richieste in questo settore in modo che coloro che coloro che si stanno approcciando alla materia sappiano quale specializzazione prendere.

CHE COS’È IL WEBMARKETING?

Una definizione che mi piace particolarmente è definire il web marketing come l’arsenale di strumenti, strategie e risorse materiali, immateriali e umane che consentono di massimizzare i risultati di un’azienda sfruttando il potenziale illimitato del web.

Possiamo immaginare che le professioni di web marketing riuniscano professioni diverse ma complementari. Funzionano tutti nella stessa direzione, ma utilizzando strategie di marketing diverse o tempi semplicemente diversi.

QUALI SONO I LAVORI WEBMARKETING PIÙ ESIGENTI?

Se il webmarketing riunisce, come abbiamo visto, diverse professioni, tra cui possiamo menzionare:

  • Il web project manager: imposta lo sviluppo di nuovi prodotti con team multidisciplinari (grafici, sviluppatori, ecc.) E assicura la consegna end-to-end della catena;
  • Il responsabile della comunicazione: si occupa degli aspetti comunicativi, del tono dell’azienda e della sua coerenza rispetto all’obiettivo principale dell’azienda.

Se questi lavori sono ampiamente richiesti in termini di annunci di lavoro e richiedono in generale se in una startup di 3 persone presso la multinazionale, 3 lavori si distinguono per me quando si tratta di fare le cose giuste scelta di carriera.

Sono queste tre professioni di web marketing che vorrei parlarvi, perché mi sembrano promettenti, interessanti e offrono prospettive importanti.

  • Il manager SEO (referenziazione);
  • Il responsabile dell’e-commerce;
  • Il gestore dei social media.

Queste professioni sono ugualmente accessibili sia nelle piccole che nelle grandi aziende, sia integrandole e anche come consulenti di marketing indipendenti.

Il consulente seo

Il ruolo del consulente SEO è quello di definire le strategie di parole chiave da indirizzare in modo che il maggior numero possibile di persone possa trovare il loro sito, le loro offerte e i loro servizi direttamente sui motori di ricerca come Google, Bing o Yahoo.

Se questi ultimi due non vengono completamente ignorati, è soprattutto su Google che tutti gli sforzi del seo specialist saranno concentrati, in particolare tramite 3 assi di lavoro.

LE PAROLE CHIAVE

Si tratta di definire concretamente l’angolazione in cui l’azienda deve concentrare i propri sforzi al fine di massimizzare la propria visibilità online e darsi le migliori possibilità di allineare i propri prodotti e servizi alla domanda.

Per questo, il gestore SEO definirà quali parole chiave scegliere come target prendendo in considerazione diversi criteri come:

  1. Rilevanza per l’offerta e i prodotti (ovviamente, se vendi calze, non sceglierai come target parole chiave correlate alla cucina, ma al tuo campo di attività);
  2. Volume di ricerca: non ha senso scegliere come target parole chiave che si abbinano perfettamente all’attività se allo stesso tempo, nessuno o troppe poche persone stanno cercando questi termini!
  3. Concorrenza: prendere di mira il termine “auto” è certamente rilevante per un concessionario di automobili, ad esempio, ma possiamo facilmente immaginare che con 470 milioni di risultati, non sarai l’unico a volersi posizionare per quella chiave

SEO ON PAGE

Si tratta sia di contenuti (testo, immagini, ecc.) Sia di ottimizzazioni tecniche che assicurano che il tuo sito Web si posizionerà al meglio sui motori di ricerca.

Utilizzando tag, metadati, titoli e descrizioni specifici, questo lavoro consente ai motori di ricerca come Google di comprendere il tuo sito e i tuoi prodotti e quindi presentarli alle persone che li cercano.

Fare seo on page significa anche garantire l’ergonomia sul sito e sui dispositivi mobili, la velocità di caricamento e tutti i segnali positivi che Google ama trovare sui siti Web.

BACKLINK

Ultima parte e non meno importante: i backlink. Ciò comporta l’attuazione di una strategia per l’acquisizione di link in entrata che valgono come raccomandazioni da altri siti.

Più un sito presenta link in entrata di valore, con contenuti contestuali pertinenti e autorità significativa, maggiore sarà il peso che Google darà sui suoi risultati di ricerca.

I backlink sono quindi un pilastro importante di un’efficace strategia SEO, soprattutto perché è un lavoro a lungo termine. È quindi importante occuparsene dall’inizio del tuo progetto SEO.

GESTIONE DEI SOCIAL MEDIA

La seconda professione che è già ben nota, ma ha ancora un potenziale significativo, è la gestione dei social media. Per le aziende, grandi e piccole, si tratta di affidare la loro visibilità sui social network a specialisti che conoscono a fondo il comportamento degli utenti sulle reti.

Che si tratti di Facebook, Instagram, Twitter, Linkedin … ogni rete ha i suoi codici e modi per migliorare la visibilità online delle aziende

Chi gestisce i social media gestirà l’account dell’azienda per cui lavora, ma realizzerà anche campagne pubblicitarie con Facebook Ads, ad esempio. L’obiettivo in tutti i casi è quello di costruire una comunità e interagire con essa al fine di lavorare su risultati a breve termine come con la pubblicità, ma anche a lungo termine.

RESPONSABILE E-COMMERCE

Il terzo dei lavori di web marketing più in voga nel digitale è quello di e-commerce manager.

Agisce come suggerisce il nome per animare un negozio online con tutto ciò che comporta:

  • Quali prodotti vendere?
  • Come presentarli e a quale target?
  • Qual è l’ottimale in termini di prezzo tra margine unitario e volume?
  • Come aumentare il traffico del negozio e il suo tasso di conversione dai visitatori agli acquirenti?
  • Quali sono i prodotti più redditizi e come ne trovi di nuovi?
  • Quale immagine e quale tono per il negozio?
  • Quale strategia per i costi di consegna?
  • Impostare strategie di test A / B per confrontare le ipotesi di crescita?

Questo è un ruolo chiave per lo sviluppo online di qualsiasi azienda, soprattutto quando conosciamo il potenziale di crescita dell’e-commerce che ha già progredito molto, ma per che il potenziale rimane enorme.

Un e-commerce manager ha una posizione di grande responsabilità, perché ti permette di lavorare sul fondo e vedere i risultati concreti delle tue azioni!

CIRCA L’AUTORE

Questo articolo è stato scritto da Ryan Benhizia, imprenditore e consulente di strategia di marketing con Ryben Consulting. Specialista in e-commerce, ho lavorato dal 2005 sulla strategia di marketing digitale, SEO e sviluppo del business in generale.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*